Logo Sistema Servizi CGIL Vai al sito CGIL    Vai al sito CAAF    Vai al sito INCA    Vai al sito SOL    Vai al sito UVL   



Fisco - ICI
Il pagamento

Chi deve pagare l'ICI

I soggetti che devono pagare l'Ici, anche se non residenti in Italia, sono i:

  • Proprietari

  • Titolari del diritto di usufrutto

  • Titolari del diritto di abitazione sull'immobile adibito ad abitazione principale

  • Titolari del diritto di uso, enfiteusi, superficie

Chi non deve pagare l'ICI

Non è soggetto passivo:
  • il titolare del solo diritto di godimento sulla casa coniugale assegnata dal giudice a seguito di separazione/divorzio tra i coniugi.
  • chi detiene l'immobile in qualità di affittuario, comodatario o per semplice uso di fatto.


I casi di esenzione/esclusione dal pagamento dell'ICI

Esenti: sono esenti i terreni agricoli situati in aree montane e collinari così come individuati dal Ministero delle Finanze.
Esclusi: sono esclusi i terreni sui quali viene svolta un'attività agricola solo occasionale e l'unità immobiliare adibita ad abitazione principale intendendosi per tale anche le unità immobiliari assimilate ad abitazione principale dal comune con regolamento o delibera comunale, ad eccezione di quelle di categoria A1, A8 e A9.


FABBRICATO ESCLUSIONE DA ICI
dove dimora abitualmente il contribuente Sempre
del coniuge non assegnatario Sempre
della coop a proprietà indivisa assegnato ai soci Sempre
degli Iacp (Ater) regolarmente assegnato Sempre
dei cittadini italiani non residenti Solo se il regolamento o la delibera prevedono l'assimilazione
concesso in comodato a parenti Solo se il regolamento o la delibera prevedono l'assimilazione
di anziano o disabile ricoverato Solo se il regolamento o la delibera prevedono l'assimilazione
altre fattispecie Quelle previste dal regolamento o dalla delibera
pertinenze Nei limiti previsti dal regolamento o dalla delibera


La dichiarazione

La dichiarazione ICI deve essere presentata a fronte di una modifica intervenuta nell'anno che determina un diverso debito d'imposta e quando tali modifiche non sono fruibili dal Comune.

VARIAZIONI IN SEGUITO A: DICHIARAZIONE ICI
Esenzione abitazione principale (soggetto residente all'anagrafe) NO
Esenzione abitazione principale (soggetto dimorante) SI
Soggetto residente all'anagrafe ma che dimora in altro comune e/o in abitazione non di proprietà SI
Esenzione ex coniuge non assegnatario SI
Acquisto-vendita-donazione di fabbricati e/o terreni agricoli tramite notaio (MUI) NO
Acquisto-vendita-donazione di aree edificabili SI
Acquisto da aste fallimentari SI
Assegnazione da cooperativa a proprietà divisa SI
Multiproprietà SI
Fabbricato che diventa inagibile NO
Fabbricato inagibile che viene demolito o ristrutturato SI
Fabbricato di nuova costruzione o ristrutturato (DOCFA) SI
Fabbricati che perdono le caratteristiche di ruralità SI
Riunione di usufrutto SI
Successione NO
Diritto di abitazione costituitosi a seguito di successione NO
Rinuncia al diritto di abitazione da parte del coniuge superstite SI
Cessazione del diritto di abitazione a seguito di decesso NO
Cessazione di usufrutto legale SI
Variazione del valore dell'area edificabile NO


Le scadenze

Il versamento può essere effettuato in:
  • due rate:
    • la prima entro il 16 giugno in acconto
    • la seconda entro il 16 dicembre a saldo
  • Soluzione unica: entro il 16 giugno
La dichiarazione deve essere presentata al Comune nel quale è ubicato l'immobile entro il termine di presentazione della dichiarazione dei redditi: 30 settembre oppure entro il termine stabilito dal regolamento comunale.





    

 

Sistema Servizi della Cgil nazionale
Corso d'Italia 25, 00198 Roma
Tel. +39 06 8476486
Fax +39 06 8476362